Finalmente Tokyo: arrivo a Ikebukuro

Tempo stimato di lettura: 12 minuti

In viaggio verso Tokyo

Il quinto giorno della nostra vacanza ci siamo svegliati con entusiasmo e frenesia perché avremmo raggiunto la Capitale del Giappone, Tokyo.

Dopo aver preparato i bagagli e fatto una buona colazione, ci siamo diretti alla stazione di Shin Osaka, dove abbiamo attivato il Japan Rail Pass.

Il Giappone attraverso lo shinkansen

Nell’attesa di prendere per la prima volta lo Shinkansen, abbiamo anche approfittato per acquistare due scatole di bento per allietare il nostro viaggio.

Siamo, quindi, partiti  con il treno proiettile ultra veloce e abbiamo approfittato per ammirare dal finestrino i diversi paesaggi che si susseguivano durante il viaggio. Dalla città alle campagne con le risaie, dal maestoso monte Fuji ai piccoli paesini.

Arrivo a Tokyo e sistemazione in hotel

My Stays Higashi Ikebukuro Hotel

 

Giunti a Tokyo ci siamo sentiti un po’ spaesati per la grandezza della stazione, piena di gente e dei tantissimi cartelli che indicavano le molteplici destinazioni possibili da raggiungere.

Abbiamo impiegato un po’ di tempo per capire dove prendere il treno che ci avrebbe portato verso il nostro hotel a Ikebukuro, conosciuto come il quartiere dello shopping e degli anime.

Il My Stays Higashi Ikebukuro Hotel si trova in una zona molto tranquilla piena di konbini e ristorantini tipici.

La nostra camera si trovava al 14° piano ed era composta da un letto matrimoniale, una mini cucina e un bagno piccolino. Dotata, inoltre, di tutti i comfort come tv, bollitore, microonde, wifi, prodotti per il bagno, pantofole e yukata.

La fermata della metro più vicina si trova a Otsuka e per raggiungere l’hotel costeggiavamo la linea del tram, la Toden Arakawa.

Lungo i binari, c’erano tante rose di ogni colore, piantati per celebrare il “Rose Festival”. Si tratta di un festival che si tiene a maggio ed è dedicato alle rose famose per la loro numerosa presenza in tutto il quartiere di Otsuka. La particolarità sta proprio nella linea del tram retrò, chiamato Tokyo Sakura, che viaggia immerso tra le rose. È una linea molto amata dai cittadini, tanto che in molti si fermano per scattare una foto del treno che passa tra le rose.

Linea del tram Toden Arakawa, durante il "Rose Festival"
Linea del tram Toden Arakawa, durante il "Rose Festival"

Visita al quartiere Ikebukuro

Il primo giorno a Tokyo lo abbiamo dedicato a Ikebukuro, il quartiere commerciale, dove è possibile trovare negozi di elettronica, i grandi magazzini Seibu, negozi dedicati al mondo nerd e diversi posti dove poter mangiare.

I tanti profumi che ci circondavano ci hanno ricordato che era ora di pranzo, così, avventurandoci tra le stradine secondarie, abbiamo trovato un piccolo ristorante con pochi posti a sedere e dove solitamente si recano i salary man. Qui abbiamo scelto di assaggiare l’omuraisu, una omelette che nasconde al suo interno del riso.

Esistono diversi tipi e per diversi gusti; io ho optato per uno semplice condito con il pomodoro, mentre Davide ne ha preso uno al gusto barbecue. Una vera squisitezza, tanto da leccarci i baffi!!

Ikebukuro
Ikebukuro

Un luogo molto conosciuto di Ikebukuro è il centro commerciale Sunshine City, non molto lontano dal nostro hotel.

Al suo interno, oltre ai numerosi negozi e ristoranti, abbiamo trovato lo store ufficiale per tutti gli amanti dei pokemon, il “Pokemon Mega Center” e il J-World, un parco a tema dedicato al alcuni dei supereroi della Jump (Dragon Ball, Naruto, One Piece e Jojo).

Centro commerciale Sunshine City di Ikebukuro, Tokyo.

Quel giorno siamo stati anche fortunati, perchè il centro commerciale ospitava delle Idol e abbiamo assistito per la prima volta ad un loro spettacolo.

Ci ha incuriosito molto come tantissime persone partecipassero così attivamente allo show. Purtroppo non ci è stato consentito scattare delle foto, ma vi posso assicurare che è stata una bella esperienza.

Usciti dal centro commerciale, siamo andati alla scoperta del quartiere, dove abbiamo trovato negozi dedicati agli anime e ai cosplay, l’Animate, il palazzo SEGA, il Tokyu Hands e una rumorosissima sala Pachinko che ha attratto la nostra attenzione.

Proseguendo il nostro giro, siamo arrivati davanti la stazione di Ikebukuro, la seconda più grande di tutta Tokyo, per poi dirigerci nuovamente verso il nostro hotel.

Stazione di Ikebukuro

Questo è stato solo un primo assaggio di quello che ci avrebbe atteso il giorno seguente. La nostra tappa successiva, infatti, ci porterà a visitare il quartiere di Akihabara.

Cosa ne pensate di Ikebukuro? Siete mai stati in questo quartiere? Fatemelo sapere qui sotto nei commenti.

📌 Salva questo post su Pinterest

Arrivo a Ikebukuro - condividi su Pinterest 1
Arrivo a Ikebukuro - condividi su Pinterest 2

 

Se vi va, leggete anche gli altri articoli sul Giappone

0 0 Voto
Ti piace l'articolo?
Condividi su:
Elena Vizzoca

Elena Vizzoca

Ciao! Mi chiamo Elena e sono una fotografa freelance. Ho seguito manifestazioni sportive nazionali e internazionali, concerti, spettacoli e moda. La mia passione per i viaggi mi ha portato ad ampliare il mio sito fotografico, inserendo la sezione travel, dove, attraverso le mie foto, racconto le mie esperienze di viaggio e le mie emozioni.

guest
www.miosito.it
Do il mio consenso per la raccolta dei miei dati (nome, e-mail e sito web) per il prossimo commento.
22 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Privacy e Cookie Policy
22
0
Ciao, mi piacerebbe conoscere la tua opinione. Perché non mi lasci un commento?x
()
x