Ritorno a Parigi: il primo giorno nella capitale francese

Ritorno a Parigi: il primo giorno nella capitale francese

Tempo stimato di lettura: 16 minuti

La scorsa volta vi avevo parlato della 3×3 Europe Cup che ci ha permesso di tornare a Parigi, a mio avviso la città più bella d’Europa. Molti la definiscono la città dell’amore, romantica, a tratti uggiosa, ma una città viva e piena di colori. Questa è stata la mia seconda volta  e ve ne avevo già parlato nel mio articolo “Ecco cosa vedere a Parigi in un weekend“.

Durante la mia prima visita, avendo avuto poco tempo a disposizione, ho cercato di visitare la maggior parte dei luoghi più gettonati, sacrificando quindi alcune destinazioni e le visite approfondite.

Questa volta, nonostante abbia dedicato 3 giorni al lavoro da fotografo durante la 3×3 Europe Cup, ho avuto un pochino più di tempo per tornare nei luoghi a me più cari e vederne degli altri.

Andiamo quindi a scoprire cosa è cambiato da allora e quali sono state le attrazioni che ho aggiunto al nostro tour durante il nostro primo giorno a Parigi.

Le Museè du Louvre

Le Museè du Louvre - Elena Vizzoca

Questa struttura non avrebbe bisogno di presentazioni perché ormai è il museo più conosciuto al mondo. Un museo di altissimo livello al cui interno è conservata un’immensa collezione di oggetti ed opere d’arte, ben 380.000, tra cui, come è ben noto, vi è la famosa Gioconda.

Il mio secondo, primo per Davide, viaggio a Parigi è partito da qui, dal Museo del Louvre e come la scorsa volta, sempre per mancanza di tempo, non siamo potuti entrare (tra l’altro era anche chiuso).

Le Museè du Louvre - Elena Vizzoca
Le Museè du Louvre - Elena Vizzoca

Un palazzo immenso che, costruito inizialmente per ospitare la residenza reale, fu ampliato nel corso dei secoli diverse volte. Ogni sovrano apportò delle modifiche che lo hanno reso quello che è oggi.

Rimase la residenza reale fino al 1682, quando Luigi XIV scelse la reggia di Versailles come dimora della monarchia, lasciando il Palazzo del Louvre.

Il museo aprì le sue porte solo nel 1793, quando fu realizzato il Muséum Central des Arts.

Le famose piramidi di cristallo, invece, furono edificate solo nel 1981, quando l’allora presidente della Repubblica Francese, François Mitterand, decise di rinnovare il museo. Questa modifica suscitò molte polemiche, ma con il tempo hanno reso il Louvre ancora più bello e magico. Attualmente le piramidi di vetro ospitano l’ingresso principale e la biglietteria del museo.

Le Museè du Louvre - Elena Vizzoca

Dopo questo breve cenno storico, mi viene da dire che le modifiche che hanno realizzato, piramidi comprese, hanno creato una struttura davvero unica, divenuta un’icona di Parigi insieme alla Torre Eiffel.

Mi sono divertita un sacco a scattare le foto ad ogni minimo particolare e mi sono soprattutto soffermata sui riflessi dei palazzi che si specchiavano nei vetri delle piramidi. Devo ammettere che sono uscite delle foto davvero carine.

Pont des Arts e Institute de France

Pont des Arts e Institute de France - Elena Vizzoca

Dopo la visita al Museo, ci siamo incamminati per raggiungere la Senna e fare una passeggiata nei dintorni. Trovo che sia molto affascinante e romantico questo fiume, se sia l’aria di Parigi o i palazzi della città questo non so dirlo, ma mi sono ritrovata a fissare le sue acque e i battelli che passavano pieni di turisti.

Camminando camminando e dopo un breve acquazzone, siamo alla fine giunti su un bellissimo ponte di legno, le Pont des Arts, costruito tra il 1802 e il 1804, sotto il regno di Napoleone.

Viene anche chiamato come ponte dell’amore in quanto gli innamorati sono soliti lasciare un lucchetto per consolidare i loro sentimenti.

Un’altra caratteristica di questo ponte è che è molto facile incontrare gli artisti di strada o pittori che cercano di vendere le proprie opere.

Le Pont des Arts collega la piazza centrare del Louvre e l’Institut de France, un edificio del 1795 che raggruppa 5 accademie:

  1. L’Académie française (lingua e letteratura francese), fondata nel 1635;
  2. L’Académie des inscriptions et belles-lettres (storia e letterature antiche), fondata nel 1663;
  3. L’Académie des sciences (scienze), fondata nel 1666;
  4. L’Académie des beaux-arts (Accademia di belle arti), fondata nel 1803;
  5. L’Académie des sciences morales et politiques (Accademia delle scienze morali e politiche), fondata nel 1795.

Questa è stata la prima volta che mi sono trovata a passare davanti all’Istituto di Francia che fa da sfondo a questo bellissimo ponte e devo dire che ne è valsa decisamente la pena.

Notre Dame de Paris

Notre Dame de Paris - Elena Vizzoca

Costeggiando sempre il fiume abbiamo poi raggiunto l’Ile de la Cité, l’isolotto che si trova al centro della Senna, il cuore di Parigi.

Anticamente era lì che si insediarono i primi parigini ed è lì che crearono i primi tratti della città. E’ sull’Ile de la Cité che troverete Notre Dame, la bellissima cattedrale gotica che purtroppo nel 2019 subì un tremendo incendio.

Gran parte della sua architettura è stata distrutta e anche se attualmente è in ristrutturazione è sicuramente una meta che vale la pena di inserire in un viaggio a Parigi.

Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 1991, la Cattedrale fu costruita tra il 1163 e il 1245 su una vecchia chiesa dedicata a Santo Stefano e nel corso degli anni ha subito diverse modifiche fino a diventare quella che noi oggi conosciamo.

Sfortunatamente l’incendio ha danneggiato gravemente la bellissima struttura, distruggendo quindi il tetto e le guglie. Grazie all’incessante lavoro dei vigili del fuoco, alcune opere e la struttura portante di Notre Dame sono state salvate ed infatti, la cosa che si riesce ancora a vedere ad oggi sono sicuramente le due torri che fiancheggiano l’ingresso e il bellissimo rosone centrale.

Notre Dame de Paris - Elena Vizzoca
Notre Dame de Paris - Elena Vizzoca

Devo essere sincera, la visita a Notre Dame mi ha suscitato dei sentimenti contrastanti. Gioia perché mi trovavo nei pressi di uno dei monumenti più belli della città e tristezza e sconforto perché vederla semidistrutta ti tocca veramente il cuore.

Da l’Ile de la Cité ci siamo poi incamminati per ritornare al Louvre sempre costeggiando la Senna per ammirare le luci della città e il museo di notte.

Parigi by night - Elena Vizzoca

📌 Salva questo post su Pinterest

Parigi: primo giorno - Salva su Pinterest
Parigi: primo giorno - Salva su Pinterest

Se ti va, leggi anche gli altri articoli su Travel

5 1 Voto
Ti piace l'articolo?
Condividi su:
Elena Vizzoca

Elena Vizzoca

Ciao! Mi chiamo Elena e sono una fotografa freelance. Ho seguito manifestazioni sportive nazionali e internazionali, concerti, spettacoli e moda. La mia passione per i viaggi mi ha portato ad ampliare il mio sito fotografico, inserendo la sezione travel, dove, attraverso le mie foto, racconto le mie esperienze di viaggio e le mie emozioni.

guest
www.miosito.it
Do il mio consenso per la raccolta dei miei dati (nome, e-mail e sito web) per il prossimo commento.
20 Commenti
I più vecchi
I più nuovi I più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Privacy e Cookie Policy
20
0
Ciao, mi piacerebbe conoscere la tua opinione. Perché non mi lasci un commento?x
()
x