Dotombori, il quartiere dello street food di Osaka

Tempo stimato di lettura: 11 minuti

Dopo la bellissima gita a Nara, abbiamo deciso di rimanere a Osaka per visitare il famoso quartiere di Dotombori, il quartiere per eccellenza dello street food giapponese.

Ricca di insegne luminose e ristoranti, la zona è un punto di attrazione per moltissimi turisti.

Il quartiere è situato lungo tutto il canale Dotombori, dove è possibile fare dei tour in barca ed ammirare le numerose insegne ed edifici iconici da una prospettiva differente.

Dotombori - Foto di Davide Di Lalla
Dotombori – Foto di Davide Di Lalla

Piccolo cenno storico

Nel 1626 Dotombori era conosciuto come il quartiere dell’intrattenimento. Mentre la riva meridionale del canale era ricco di teatri, la zona nord iniziava ad arricchirsi con ristoranti e case da tè che offrivano cibo, bevande e intrattenimento.

Nella seconda guerra mondiale, però, molti teatri furono distrutti dai bombardamenti, eccetto gli Shochikuza (teatri che ospitano spesso degli spettacoli drammatici dei classici kabuki).

Ad oggi esistono ancora dei locali dove mettono in scena degli spettacoli e cabaret, ma il quartiere resta famoso per i suoi numerosi ristoranti con le loro insegne luminose e colorate e per le sue bancarelle con i loro piatti tipici.

La famosa cultura culinaria di Osaka

Dotombori - Foto di Davide Di Lalla
Dotombori – Foto di Davide Di Lalla

La cultura culinaria giapponese è approdata anche su Netflix con il suo programma “Street food”, in cui hanno dedicato un episodio su Osaka, capitale dello street food del Giappone.

In effetti, visitando Dotombori ci si rende subito conto di quanto sia importante questo quartiere.

Dalle famose insegne meccaniche come il granchio gigante di Kani Doraku a quella luminosa del corridore di Glico (un’azienda di dolciumi).

Le strade sono inondate da mille profumi dei piatti caratteristici di questa zona e la difficoltà principale è proprio quella di scegliere  cosa assaggiare prima.

Noi abbiamo optato per i Takoyaki, le famose polpette di polpo ricoperti da una croccante pastella decorati con il tonno essiccato e la mayonese.

Abbiamo trovato, infatti, una bancarella proprio davanti al famoso ponte Dotomboribashi, su cui ci siamo fermati ad assaporare i takoyaki.

Takoyaki
Okonomiyaki

Intorno all’ora di pranzo, avevamo deciso che dovevamo assolutamente provare il famoso Okonomiyaki, un altro piatto tipico della città.

La curiosità che ci ha spinto ad assaggiarlo è stato il ricordo di “Zio Marrabbio”, il papà della serie “Kiss me Licia”, dove nel cartone animato gestiva un ristorante di Okonomiyaki a Osaka.

Si tratta di una frittella agro-dolce, cotta alla piastra su cui si può aggiungere ciò che si vuole.

Dalla carne al pesce, dai formaggi agli spaghetti, tante sono dunque le varianti di questo piatto. Il tutto è decorato e condito con la “salsa okonomiyaki”, la mayonese e le scaglie di pesce essiccato.

Subito dopo il pranzo abbiamo passeggiato lungo le strade del quartiere, curiosando tra le vetrine dei negozi e ammirando i ristorantini tipici giapponesi per scattare qualche foto.

Un po’ per curiosità, un po’ per gli inebrianti profumi, ci siamo fermati per un piccolo spuntino. Abbiamo ordinato una birra Asahi e un piatto di Gyoza alla piastra (i ravioli di carne giapponesi, insaporiti con la salsa di soia). 

Shisaibashi - Foto di Davide Di Lalla
Shisaibashi – Foto di Davide Di Lalla

Ci siamo diretti poi al famoso shopping center di Shinsaibashi, la principale area commerciale al coperto di Osaka, una galleria ricca di negozi di ogni genere.

In serata, il nostro giro prosegue per le strade di Shinsekai con le sue insegne luminose e colorate e sullo sfondo la torre Tsūtenkaku, la torre che “tocca il cielo”.

Shinsekai - Foto di Davide Di Lalla
Shinsekai – Foto di Davide Di Lalla

Per concludere la giornata e prima di rientrare in hotel ci siamo concessi un dolcino, la classica cheesecake giapponese, conosciuta soprattutto per la sua morbidezza e per il suo sapore delicato.

 

📌 Salva questo post su Pinterest

Dotombori-Pinterest1
Dotombori-Pinterest2

Se vi va, leggete anche gli altri articoli sul Giappone

 

5 1 Voto
Ti piace l'articolo?
Condividi su:
Elena Vizzoca

Elena Vizzoca

Ciao! Mi chiamo Elena e sono una fotografa freelance. Ho seguito manifestazioni sportive nazionali e internazionali, concerti, spettacoli e moda. La mia passione per i viaggi mi ha portato ad ampliare il mio sito fotografico, inserendo la sezione travel, dove, attraverso le mie foto, racconto le mie esperienze di viaggio e le mie emozioni.

guest
www.miosito.it
Do il mio consenso per la raccolta dei miei dati (nome, e-mail e sito web) per il prossimo commento.
52 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Privacy e Cookie Policy
52
0
Ciao, mi piacerebbe conoscere la tua opinione. Perché non mi lasci un commento?x
()
x